STAMPA STAMPA

13 thoughts on “Massaccesi lancia la campagna per rilanciare il Santa Lucia

  1. Ci sto’! Aderisco! Appendero’ al balcone le mie mutande sporche di marrone e di giallo……….Daniele…. cosa vai cercando?????

  2. Molto volentieri, sarebbe meglio un lenzuolo. Voglio vedere in quanti lo faranno. Siamo così piccoli che guarderanno, colore politico oppure “Chi c’è dietro?”. Oppure”tanto non serve a niente”. Bravo Daniele e grazie per il coraggio e sopratutto perchè ti esponi.

  3. Un “SIGNORE” L’Ano… 16 Luglio 2020 alle 20:21, e per assere al suo pari, gli faccio la proposta, visto che l’orario é da finecena, che le sue mutande “sporche” le usi come DESSERT. Ci stai? Aderisci? Ma chi c…o sei! Cafone. Se lo vuoi criticare, vai nel merito, contesta la sua proposta e spiega i perché. Ma ce l’hai uno specchio a casa, almeno al,,, cesso?

  4. Delle due: ho ti stai preparando alle elezioni regionali, o ti stai preparando un lavoro dopo la pensione sfruttando le strutture pubbliche. Ma i soldi non bastano mai? Un po di volontariato invece?

  5. Vedo troppi “Anonimi”. Se vi vergognate di ciò che postate, evitate. Oppure discutete tra di voi, ma in altri spazi. Grazie. Per quanto riguarda l’iniziativa, mi pare assolutamente da appoggiare. Un po’ in ritardo, se vogliamo, ma encomiabile.

    1. Ettore Guzzini, si evince che lei non è un frequentatore di questo blog.
      Lei deve sapere che chiunque può postare commenti, impressioni, giudizi, firmandoli come ha fatto lei e vantandosene a sproposito, o in anonimato come ammesso e deciso dall’ amministratore.
      Naturalmente tutti, anonimi e non, rispondono penalmente delle ingiurie, delle minacce, delle calunnie e delle falsità che scrivono. È facile risalire agli autori dei sopra citati reati, molto facile. Rispediamo al mittente l’invito di discutere in altri spazi argomenti a lei indigesti. Riguardo la vergogna, la tenga per se. Lei non conosce le regole e si dimostra intollerante, ed e’ una vergogna. Saluti anonimi.

  6. Loredana Verdinelli. È una scelta dell’ amministratore. Vietare perché?
    Sui social di tutto il mondo ci sono milioni di profili finti e di identità false.
    L’anonimato e’ un diritto, una libertà, una scelta individuale. Sempre che questo non sfoci in reato. In questo caso subentra la legge che rintraccia chiunque anonimi e non, e li punisce.
    Anche in questo blog il 90 % di coloro che firmano, sono nomi e cognomi inventati(qualcuno firma con 3 o 4 identità diverse). I loro commenti valgono come quelli degli anonimi.

  7. Caro Daniele, rispondendo a qualcuno anche quì sopra, la tua idea é partita due o tre anni fa, basta andare a vedere l’intervista che RR ti aveva fatto, dove parli di questo tuo progetto. Il ridimensionamento del S. Lucia da Ospedale Civile a Casa della Salute é una cosa fatta, con tutte le condizioni che questo comporta: NO Pronto Soccorso, No Chirurgia NE Chirurgia Breve, NO Pediatria, ecc. ecc. quindi, una specie di “dipendenza” dell’RSA e poco più, vedi Dialisi.
    Nonostamte la Regione abbia agito fuori dalle Leggi Nazionali (i noti parametri sui bacini d’utenza) che ne Civitanova ne Macerata hanno mai avuto per avere la categoria di Ospedale almeno di BASE, li hanno “premiati” e per stare negli altri parametri, di spesa sanitaria, hanno semplicemente ridimensionato o chiuso molti altri, tra i quali il nostro S. Lucia, oltre a dare un “Premio di Produzione” per il lavoro fatto di 60.000 euro annui, ai vari… gestori: in primis il direttore di AV3.
    L’esibizione di un indumento alle finestre per far conoscere la propria disponibilità, può essere anche “simpatica”, ma resta un’esibizione teorica, virtuale, invece dovresti proporre un’iniziativa “pratica”, come il semplice banchetto, magari nei giorni di mercato, come fanno spesso per qualche iniziativa politica o sociale, per raccogliere le firme. La differenza, dato che chiedi una piccola collaborazione finanziaria, non sapendo in partenza il risultato finale, é che dovresti prendere nome, cognome e telefono (e firma), una specie di prenotazione, e poi, al termine, se il risultato é sufficiente, ricontattarli per costruire il tuo progetto. Vedi Daniele, lo dimostrano le varie e partecipate sfilate pro Ospedale con migliaia di persone, ma alla fine restano… sfilate per la Regione, come ne fanno anche altrri paesi. Poi trovare sponsor locali che magari credono al tuo progetto, ed anche un Crowdfunding mirato allo scopo. Questi sono alcuni esempi “pratici” e possibili, che io farei, anche per sfruttare la sensibilità dell’argomento e del risultato che si vuol ottenere, specie per i locali e quelli vicini. Poi… lo scopriremo vivendo, cantava Battisti (Lucio).

  8. Se volete avere maggiori chiarimenti sulla proposta del Dott. Daniele Massaccesi, potete seguire l’intervista fatta tempo fa da Asterio Tubaldi per RR a Massaccesi, proprio su questo tema. Oltre a tante altre notizie sul S. Lucia e sulla sua storia, arrivando all’esproprio sia della struttura che dei suoi beni.
    Il sito é del Comitato Ospedale Recanati:
    http://www.comitatoospedalerecanati.it
    poi ne saprete molto di più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.