STAMPA STAMPA

13 thoughts on “Recanati: trasferita la libreria “Eli” dal centro storico al Campus

  1. Non si può dare ovviamente colpa all’amministrazione se di libri in Italia se ne leggono pochi e quindi le librerie ne risentono!
    Comunque magari anche questa situazione può far pensare che oramai il centro é in declino permanente se non ci si “sveglia”, ma credo visto le nuove politiche intraprese si stia dormendo per non svegliarsi più

    1. Certamente non è colpa dell’Amministrazione se una buona parte di italiani non legge; è invece chiara responsabilità degli amministratori degli ultimi tre lustri se l’altra parte di italiani lettori (nonchè qualsiasi altro potenziale cliente di negozi) viene ostacolata in ogni modo nell’accesso al centro storico e, di conseguenza, rinuncia ad affrontare i percorsi ad ostacoli predisposti dagli illuminati governanti locali

  2. c’è anche da dire che i proprietari degli appartamenti/locali chiedono delle cifre per l’affitto ALLUCINANTI, dimenticando forse che siamo in un paesello e non a New York City

    1. Il restauro dei palazzi costa cifre allucinanti e il ritorno economico non c’è. Gli attuali incentivi avrebbero potuto fare la differenza ma tra le incertezze normative a livello nazionale e le vessazioni quotidiane a livello locale di cantieri privati ne sono partiti pochi. Quei pochi secondo qualche cervellone locale dovrebbero essere sospesi in estate per non disturbare i turisti. Inutile qualsiasi commento.

    1. Ma se non fanno ristrutturare i fabbricati e perseguitano i cantieri edili come si fa a incrementate il numero dei residenti in centro?

  3. La libreria ha chiuso ormai più di un mese fa…vi siete accorti presto… evidentemente non frequentate il centro. E ha chiuso non si trasferisce fuori.

  4. Cosa vogliamo dire allora dell’ufficio postale ubicato in Corso Persiani? Ha una bella sede prima irraggiungibile solo il sabato mattina ora condizionata anche da questa dissennata ztl. Per chi non fosse addentro alle nuove funzioni dell’ufficio postale, ricordo che ora vi si comprano prodotti finanziari, contratti telefonici, si fanno cessioni di credito relativi al superbonus. Il tutto con l’ansia dei ticket del parcheggio e gli orari della ztl nelle ore centrali della giornata. Qualcuno qui ha problemi mentali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.