STAMPA STAMPA

6 thoughts on “Recanati: incidente in via Gherarducci

  1. Scrive radioerre:
    In mattina sfiorato l’incidente anche in via Fratelli Farina perdue auto che percorrevano la strada in senso contrario. Molti lamentano che da quando è stata cambiata la viabilità lungo la via con l’introduzione di due sensi unici, ci siano alcune problematiche.
    FALSO!
    Le problematiche erano prima. Ora il traffico é dimezzato. Le auto non si incrociano più.
    La strada é strettissima, con un limite fisso di 30 kh. La soluzione attuata dal comune può essere condivisa o meno. Potrà aver creato qualche problema a chi la usava come scorciatoia da s.Pietro a spaccio Fuselli e viceversa ma senza dubbio ora è molto piu sicura. Solidarietà invece va data ai residenti, gli unici ad averne svantaggio. Loro pagano le colpe dei criminali piloti che a tutt’ oggi percorrono la strada contromano.
    Le problematiche attuali sono da imputare ai criminali che la percorrono contromano

  2. Secondo il mio punto di vista il pezzo di Via F.lli Farina dalla “rotonda” fino al Palazzetto dello Sport si potrebbe allargare con una modica spesa, cioè posizionando a dx o a sx quei grandi cumoli di cemento, uguali a quelli posizionati all’uscita di Villa Colloredo, oppure quei cestoni di rete piene di pietre per allargare la sede stradale consentendo così sia l’accesso ai residenti, che sgravare il traffico, che va in tilt a partire dal Ristorante Passero Solitario.

    1. Lupogrigio, mettili sotto casa tua i cestoni. Vuoi sgravare il traffico di una statale facendolo passare in una viuzza di campagna?. Parla di politica che è meglio. Di traffico, di circolazione stradale, non capisci.

  3. Scusate il gioco di parolema per me non ha senso il doppio senso unico bastava farne uno soltanto, io l’avrei fatto dalla rotonda fino all’imbocco con la statale, così la strada è diventata inutile e molti residenti sono scontenti perché per uscire di casa devono fare il giro più lungo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.