STAMPA STAMPA

36 thoughts on “Le menzogne del potere e i diritti costituzionali calpestati

  1. Non riesco a comprendere chi delira di più: l’intervistata o l’intervistatore. Ma penso, altresì, che ambedue abbiano sgomitato per farsi vaccinare (la Regione voleva che i giornalisti fossero tra le categorie privilegiate per questo).

  2. I decessi si concentrano sulla popolazione più fragile e già gravata di patologie. E quindi chi se ne frega se muoiono. Bella logica.

  3. Sempre più perplesso,mi chiedo perchè tutti questi scienziati,esperti in varie materie,soloni d’altissimo livello,non spendono una parola sull’origine di questo virus,che credo in tutta modestia sia il vero punto centrale.I punti interrogativi sul tema possono anche essere numerosi,oltrechè illuminarci per un prossimo futuro.

  4. Quindi i decessi si concentrano nella popolazione più fragile già gravata da patologie e tra gli anziani.
    Quindi chi se ne frega se muoiono? Bella logica!

    1. Quale è la soluzione alla morte suvvia ? Lei o io vivremo in eterno?
      Un giorno, una malattia, ci porterà via. Cerchiamo di ritardarlo il più possibile, ma il destino è certamente questo. Qua si vuole quasi far credere che se uno muore è colpa di qualcun’altro

  5. Grazie! In questo mondo dell’informazione monovocale, in questo governo di esperti in nulla con poteri immensi, una voce libera che esprime la propria opinione, credo condivisa da milioni di Italiani che hanno rifiutato di essere trattati da cavie e non tollerano le “nuove leggi razziali” promulgate il giorno dopo l’entrata in vigore del “semestre bianco”. Altri Paesi Europei cessano le restrizioni, noi vigliamo arrivare allo sterminio di massa,con la vaccinazione obbligatoria. Io dico, un dubbio, solo un dubbio che possano esserci effetti collaterali gravi a media-lunga scadenza, non viene a nessuno? La follia di una vaccinazione di massa DURANTE una pandemia, ha generato le varianti. Ora non vogliamo nemmeno lasciarci una via d’uscita, se il vaccino fosse peggio (assai peggio) del virus? Premi Nobel condividono questi pensieri, ma l’infornazione TV, Internet e stampa non dà loro spazio. Siamo al Vazismo (vaccinal socialismo) e non mi stupirei di veder fondare il nuovo ministero della cultura popolare, simpaticamente ” MinCulPop”…

  6. Opinioni in parte condivisibili e comunque meritevoli di essere diffuse e valutate. Il pensiero unico non ha mai portato niente di buono.

  7. Signora, lei che a quanto vedo dall’immagine vanta anche una laurea in giurisprudenza, cosa ne pensa del concetto di “salute pubblica”? Per lei, che si presenta come costituzionalista, che senso hanno gli articoli 32 (compresa la sentenza della Corte Costituzionale 307/1990) e 54 della Costituzione medesima, tanto sbandierata da molti e pochissimo conosciuta da troppi?

  8. Se una persona fragile non sarebbe morta per il Covid se fosse stata vaccinata un certo rapporto causa-effetto sembra esserci. Non crede?

      1. Hai ragione, ho scritto un post di corsa, sgrammaticato e non l’ho riletto. Due è anche un voto generoso. Ma il concetto resta. Se concordiamo sul fatto che i fragili sono più esposti a gravi conseguenze se prendono il covid non vaccinarli mi sembra gravissimo.

  9. Al tempo del fascismo non era obbligatorio iscriversi al partito unico, ma se non eri iscritto in pratica non potevi fare nulla. Questo è lo stesso meccanismo e per fortuna qualcuno ancora osa dirlo.

    1. Vero, verissimo. Intanto c’è da ringraziare radioerre, perché dando voce anche a chi parla “fuori dal coro” dimostra di essere una “radio libera”, un bel concetto che mi ricorda i ruggenti anni in cui ci si nutriva di ideali. Poi, bisogna ringraziare l’Avvocatessa che ha scritto cose vere, provate e verificabili. Bisogna ringraziarla per essersi ” esposta” in questo momento in cui ci si sente tutti un po’ in pericolo se si dice (o si pensa) qualcosa non in sintonia con il “common sense” così incessantemente proposto dai “media”. Io pure, nonostante tutto, esprimo la mia opinione rimanendo anonimo, perché davvero non so se esista ancora quel principio di ” libertà di espressione” citato in Costituzione. Altri principi, come dice l’Avvocatessa, sono stati praticamente annullati, con scuse e giochetti giuridici di basso ordine. Come tutti quelli che mettono la libertà al primo posto, anche prima della salute, sono preoccupato per la deriva autoritaria dei governi. L’emergenza è democratica, non sanitaria. I morti ci sono stati, ma all’inizio della storia, il 95% di chi si infettava era asintomatico, qundi non si accorgeva di essere “malato”. Le prime cure furono sbagliate e molti morirono per ” ventilazione e ossigeno”, come giustamente ha fatto notare l’autrice dell’intervista.Il vaccino di massa (sperimentale, teniamolo presente) ha fatto sì che la scorsa estate non ci fossero più di 100 casi e quest’anno ce ne fossero 7000. Poi è arrivato il green pass, l’autorizzazione alla “vita sociale” per i soli vaccinati, ma questi non sono affatto immuni, anzi si contagiano e possono contagiare. È questo l’assurdo del green pass. Persone infettate e infettanti possono “assembrarsi” e diffondere ancora il contagio e le varianti. Poi la terza dose, la dimostrazione dell’inefficacia della cura. Tra qualche mese, quando la vaccinazione di massa avrà fatto sviluppare altre varianti, più aggressive, cosa si farà? Spero non faranno come per le malattie dei polli o delle pecore, quando per risolvere il problema si usa stermnare tutti gli animali. Ha ragione il signore che dice che il fascismo è fuori legge, ma solo come “apologia del passato regime”. I metodi, li vedo purtroppo attuati quitidianamente, senza che nessuno dei ” custodi” della Costituzione e della Democrazia mostri il minimo segno di attenzione.

      1. E se fosse una maniera sottile per procurarsi clienti, tra i parenti dei morti per “presunto” Covid-19? Menzogna per menzogna…. Qualcuno poi giudicare e, del caso, risarcirà.

  10. Allora facciamo una cosa più semplice: eliminiamo qualsiasi legge e regola. Ciascuno fa come gli pare, secondo quel criterio che tanti politicanti di mezza tacca invocano spesso e che è quanto di peggio possa esistere: il buon senso.
    A quel punto si salverà chi può, in qualsiasi situazione e la signora-ex sindaco (insieme a centinaia di altri suoi colleghi) potrà serenamente pensare ad altro, magari a coltivare fiori nel giardino di casa o a collezionare francobolli. Perchè a quel punto anche gli avvocati saranno superflui.

    1. Guardi che le norme costituzionali le stanno violando impunemente da più di un anno le cosiddette autorità, mica i cittadini. È il governo e a cascata le amministrazioni locali che ci tengono in ostaggio. Non nego la pandemia e ritengo utili i vaccini, ma la loro gestione a mio avviso è stata delirante, ovvero in mala fede non so.

        1. Sono in buona compagnia ad avere dubbi. Anche Luc Montagnier non sa, ma lei invece si? I dubbi generano conoscenza, le certezze generano dittature come la attuale.

  11. Lo scopritore del virus dell’AIDS è uno pseudo scienziato? Lo dica a coloro che gli hanno dato il Nobel. Il dubbio non la sfiora? Non sfiora neanche i talebani.

    1. Chi regala i soldi del cosiddetto nobel é delegato dalle case farmaceutiche. Montagnier non ha scoperto un bel niente. Un vecchio biologo 90enne …Si informi. Talebano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.