5 thoughts on “RECANATI RIAPRE I MUSEI DAL 30 MAGGIO 2020

  1. Ma perché l’Orto delle monache è diventato un bene del FAI? Non sarebbe stato più fruttuoso per Recanati se tutto questo ambaradan fosse stato gestito dal Centro Studi o dal Comune?

  2. Tutte belle iniziative, non dico di no. In altri luoghi, a cominciare da Milano, si parcheggia gratis e la ztl è sospesa.

  3. A me va bene che l’orto delle monache sia gestito dal FAI. Il Comune di solito come gestione non è il massimo, basta vedere come gestisce le strade rurali o quelle in cui non passerà mai il Presidente della Repubblica ma solo i servi della gleba.

    1. Le strade rurali debbono rimanere tali! Per rispetto della natura e di chi ci vive in simbiosi. Siamo soffocati da cemento e da catrame in ogni dove. Rispetto per la campagna significa non deturparla con nuove strade, nuovo asfalto, nuovi veleni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.