STAMPA STAMPA

3 thoughts on “Recanati. Morto sul lavoro a 23 anni. Al via il processo

  1. Un pensiero commosso a questo giovane uomo morto sul lavoro. La giustizia seguirà il suo corso. Ma quanto potrebbe essere fatto per rendere più sicuro e meno pesante il lavoro nei cantieri edili e invece non si fa? Cominciando dalla possibilità di sostare con le proprie auto nei pressi dei cantieri sia per i dipendenti che per i tecnici e i responsabili della sicurezza, e continuando con la massima razionalità delle piazzole di cantiere che non possono essere montate e smontate ogni settimana. Ma i regolamenti comunali sembrano essere più attenti a fare cassa che a favorire la sicurezza sui posti di lavoro.

    1. Un pensiero commosso . Non ha perso però l’occasione di piagnucolare per il suo cantiere a montevulpi. Squallida.

  2. Le criticità e le situazioni di rischio vanno segnalate prima che accadano le tragedie. Non dopo. E gli enti preposti alla sicurezza devono adoperarsi per rendere i cantieri quanto più razionali possibile invece di badare a fare cassa tutto l’anno e a sparare qualche discorsetto jpocrita e buonista per la festa del lavoro. E dovrebbero inoltre aver cura che le strade di accesso ai cantieri siano libere, cosa che sistematicamente non avviene all’inizio di Via Mazzini regolarmente occupata da due auto parcheggiate in spregio si qualsiasi rrregola.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.