STAMPA STAMPA

13 thoughts on “E’ morto Roberto Anconetani

  1. Voglio esprimere le mie più profonde condoglianze. Eravamo molto amici per più di 35 in attività gigliana. Recanati rimane sempre più povero degli personaggi buoni. Riposi in pace caro Roberto.

  2. A nome del maestro Stefano Crucianelli, del capobanda Marcello Lorenzetti e di tutti i musicanti esprimo le più sincere condoglianze alla famiglia per la perdita di un caro amico e grande benefattore della banda cittadina. Il Presidente

  3. A nome del Direttore Stefano Crucianelli, del Capobanda Marcello Lorenzetti e di tutti i musicanti esprimo le piú sincere condoglianze alla famiglia per la perdita del caro Roberto, un grande amico e benefattore della Banda Gigli, sempre presente, collaborativo e pronto a dare una mano. Ci mancherà moltissimo. Il Presidente

  4. Ho conosciuto Roberto in occasione delle edizioni della “POESIA POVERA” di VINCE’ VELENO….Lui collaborava con VINCE’ con passione e generosità. Era arguto, intelligente sincero,disponibile. Una bella persona ! Ciao ROBERTO.

  5. Carissimo Roberto, la notizia ricevuta nel tardo pomeriggio di ieri mi ha costernato e lasciato nel dolore. Ti ringrazio per l’amicizia che mi hai donato, per il sorriso, per la tua gentilezza così delicata, per l’umanità, per il cuore, per il “sentire”… Sei stato, e sei, tra i miei amici più cari di Recanati. Anche da parte di mio marito porgo alla famiglia, e a tutti coloro che gli hanno voluto bene, le più sentite condoglianze. Ciao Rob!

  6. A nome dell’Associazione Gigli di Recanati, mi associo al dolore dei familiari per la perdita del caro Roberto. Ricordiamo la sua gentilezza, sua disponibilità e l’amore per Beniamino Gigli. Grazie Roberto!!

  7. Mi è sempre difficile accettare che un amico varchi “quella” porta definitiva e con te,Robi, nuovamente la brutta sensazione si è fatta avanti prepotentemente. Di recente se ne sono andate troppe persone care e noi ci sentiamo abbandonati. Te l’ho sussurrato questa mattina, quando sono venuta a salutarti per l’ultima volta ed ho avuto l’impressione che mi sorridessi sornione. Forse volevi dirmi che già eri da un’altra parte a godere di una pace speciale come speciale eri tu. Ti ho dedicato la fine di questa mia giornata “affannata “, non potevo non farlo! Questa “nostra” radio ci ha dato occasione di condividere le comuni passioni e qui voglio ricordarti. Con una cuffia troppo pesante per te che ti rendeva simpatico con quel tuo modo “spiccio” di ironizzare su fatti e persone. Ciao Robi, fai il bravo, come hai sempre fatto e restaci accanto, se puoi. Luciana

  8. Ciao Roberto, ci conosciamo da non molto tempo ma sufficiente per poter apprezzare la persona speciale che sei. Che la terra ti sia lieve.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.