STAMPA STAMPA

8 thoughts on “Una riflessione del recanatese Emilio Romoli sulla guerra in Ucraina

  1. Che Biden, l’Europa e l’Italia siano rimasti in silenzio è solo una balla. Soprattutto Biden da settimane ha urlato contro il pericolo russo, dopo che per anni gli Stati Uniti hanno sostenuto in ogni modo i regimi ucraini. Quanto all’Italia, stiamo per mandare mitragliatrici e lanciarazzi agli ucraini, chiamandole pudicamente (e ridicolmente) “armi difensive” oppure sistemi per lo “sminamento umanitario”.
    Nessuno userà le armi nucleari perchè tutti sanno che il risultato sarà quello di una grande Chernobyl, regno della distruzione e della morte, estesa sull’intera Europa e oltre.
    E poi, signor Romoli, di fronte alle misure di boicottaggio chiamate “sanzioni”, che fine farà il popolo russo? Non Putin e i suoi collaboratori, ma il popolo.

  2. Quella dell’ Avv Moretti è una nota. Argomentata e comprensibile. Non certo assolutamente veritiera, condivisibile o no.
    Quella del ? Romoli, non ha ne capo ne coda. Poteva evitare. Avrebbe avuto lo stesso risultato se avesse detto :Quelo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.