STAMPA STAMPA

61 thoughts on “Diego Zannoli, dal 12 gennaio scorso è in sciopero della fame contro green pass e obbligo vaccinale.

  1. “In pratica una condanna a morte per fame e solitudine”. Nanni Moretti urlava: “le parole sono importanti”…
    Non conosceva Radio Erre.

  2. Solidarietà e rispetto.
    Non fa testo.
    Radioerre non demorde e continua la sua campagna disinformativa.
    Milioni di persone NON fanno sciopero della fame contro il GP.
    Radioerre aiuti l’ingegnere, lo convinca a non buttare la vita per un banale obbligo a cui sottostanno i cittadini rispettosi delle regole( anche di quelle sbagliate)
    Diego…mangia! Ci sono altre forme di protesta oltre alla tua che prevede solo il male di chi la attua.

    1. Signora Carla, Radio Erre ha riportato una notizia vera, quindi ha correttamente assolto agli obbligi di corretta informazione. La informo inoltre, se non lo sa, che Radio Erre manda in onda quotidiamente il notiziario, all’interno del quale trovano spazio le notizie Covid.
      Ritengo inoltre che intervistare milioni di persone sia impossibile: la Radio dovrebbe occuparsi giorno e notte solo di questo.

      1. A fronte di un notiziario , ci sono ore e ore di programmi tutti contro, rassegne stampa infarcite di epiteti per niente leggeri verso chi la pensa diversamente ” senza cervello, paese di merda, ecc ecc “.

    1. Cavoli suoi ma anche nostri. Perché questi tipi possono comunque contagiare anche chi e’ vaccinato, l’economia non può più permettersi di stare ferma a causa di look down o quarantene. Se si vuol porre fine a questa storia, il vaccino andrebbe reso d’obbligo. Anche il compianto Verdenelli recentemente scomparso era contrario al vaccino, ma il virus ha preso il sopravvento. Mi meraviglio che certe dichiarazioni sia un laureato a farle.

      1. Ancora non avete capito nulla se pensate che contagia chi non è vaccinato. Vai a leggere gli studi pubblicati e spengi la tv

      2. Se ancora non avete capito che il contagio avviene tra i vaccinati quanto tra i non vaccinati non avete capito nulla e dovete chiudere la bocca. Spengete la TV e andate a leggere gli ultimi studi pubblicati. Il virus si diffonde di più proprio tra i vaccinati. Informatevi!!! E date la colpa a chi dirige questo teatrino in alto, non tra di noi, così non risolveremo mai nulla.

  3. Giusto il principio, è soprattutto solamente uno strumento di controllo per i lavoratori e limitazione alla libertà personale e di aggregazione per le persone!! Una stupidaggine imposta che non ha proprio niente a che vedere con l’emergenza sanitaria. Quando si sveglieranno tutti… Purtroppo sei l’unico per ora! Coraggio comunque!!!

    1. Pace e bene.Piena condivisione..e vicini emotivamente all’ ingegnere di coscienza civile e etica.grazie .

  4. Povero ragazzo, avrebbe tante cose più importanti cui dedicare i suoi sforzi e i suoi digiuni. Poveri noi con questi insegnanti

    1. Concordo signora. Uno così non ha proprio nulla da insegnare ai ragazzi, se non che la sua libertà e il suo pensiero devo prevalere sul bene comune, e ciò è profondamente sbagliato. Oltretutto non ha alcuna conoscenza in materia per potersi esprimere in merito al vaccino.

    2. Quindi gli insegnanti devono essere proni ed eseguire ogni direttiva governativa, privi di ogni diritto di critica e di libertà di pensiero. Gli insegnanti devono comportarsi da militari. Affermazione gravissima.
      Mi dispiace, ma se c’è qualcosa che la scuola deve insegnare è proprio lo spirito critico, secondo cui (e anche questo lei mostra di non averlo capito) ognuno deve imparare a usare la testa propria in maniera da non essere strumentalizzati da nessuno, e dal potere in primis.
      Lo dice la sottoscritta, docente vaccinata.

  5. Sono con te Diego anche io docente sospesa dal lavoro è ingiusto e amorale togliere il lavoro e non lasciare liberi in questa decisione…I diritti dell’uomo sono stati calpestati in pieno …

      1. Se tu inizi a chiudere la bocca e aprire la mente sapresti che il bene individuale è più importante del bene collettivo. E considerato che ad oggi il vaccino non protegge né dal virus NÉ DALLA DIFFUSIONE allora io cambierei strategia, e le colpe sono del governo se moriremo di fame e non di Covid

  6. Carissimi quanto siete poco ragionevoli o meglio poco obbiettivi….ancora pensate che il green pass vi salvi???? Bravi illusi! Forse un giorno capirete veramente a che cosa serve…..un siero che non vi manda in terapia intensiva??? Che belle cose vi hanno fatto credere…..Diego non mollare! Siamo ancora tanti!

    1. Immatura. Esattamente come Diego. La scorsa settimana e’ deceduto Verdenelli per Covid, proprio come lei era contro il vaccino. Diversamente sarebbe ancora tra noi. Dovete sbatterci il muso! Non hai rispetto per quanti soffrono perché gravemente colpiti da questo virus e nei confronti di dottori e infermieri che si fanno il mazzo per strappare soggetti alla morte.

    2. Laura, poco ragionevole sei solo tu. Illusa, Non capirai mai. Le belle cose tu no le comprendi. Siete 4 gatti. Non mollate.

        1. 4 gatti. Uno fa lo sciopero della fame. Se non torna in se, vi lascia in tre! Tre: liberi, pieni di dignità ,in un paese corrotto , finito, che vi rispetta, vi sopporta, vi dà libertà di espressione.
          Noi, il paese…siamo 58 milioni più o meno.
          Illusa.

  7. Quanti scienziati in giro per Recanati..non pensavo…però evidentemente l’università google rilascia lauree a go go

  8. C’è una pandemia in corso e i risvolti possono manifestarsi con gravi conseguenze. Dunque un insegnante e’ a contatto con degli allievi, non deve pensare solo a se. Ha quindi il dovere di vaccinarsi per la tutela della salute altrui. Oppure sta a casa.

  9. Vi rispondo solo per educazione. Sono immatura felice di esserlo. Non può sapere minimamente di cosa io abbia vissuto e passato nella mia vita. Illusa??? Sì perché credo ancora nell’uomo nella dignità nella libertà.
    Poi se posso tranquillizzarla HO AVUTO IL COVID UN MESE FA CON TUTTA LA FAMIGLIA E NON ABBIAMO CONTAGIATO NESSUNO NE’ AL LAVORO NE’ A SCUOLA…CI SIAMO GUARITI SENZA PROBLEMI E SENZA L’AIUTO DEL MEDICO DI FAMIGLIA. TUTTO CHIARO???? Io rispetto tutti e tutto ma lei per primo rifletta prima di parlare e soprattutto si firmi…

    1. Si ritenga fortunata che può raccontarlo, ma li legge i giornali di quanti non ce l’hanno fatta o queste notizie le leggo solo io? Lei ignora il problema. Ripeto, lei ignorando o facendo finta di non sapere, manca totalmente di rispetto verso chi ha preso una forma più grave del virus.

    2. Beata te che ti sei guarita da sola! Dai al mondo la ricetta! Sarebbe uno scoop. Peccato che il compianto Verdenelli e una mia zia, entrambi deceduti per Covid non possono dire la stessa cosa. Se lei continua ad ignorare prendendo alla leggera la situazione, si espone sempre più al ridicolo. Lo dico nel suo interesse.

  10. Preciso che forse non sarò rispettosa ma credo che siano rimasti in pochi ad esserlo. Comunque rispetto Lei per la sua scelta come pure rispetto Davide per la sua. Ora le racconto questo: ho preso il covid un mese e mezzo fa con tutta la famiglia. Non abbiamo contagiato nessuno né al lavoro né a scuola. Ok? Ci hanno curato ma Non il medico di famiglia! Se vuole glielo ripeto Non il medico di famiglia… né una risposta al telefono, né una ricetta, né un farmaco. Lei mi dice a me del rispetto???? Tutto questo è semplicemente per dire che basta. Si sta facendo una guerra inutile che non ci porta lontano né a me né a lei…

    1. Laura potevi evitare di ribattere. Hai peggiorato le cose. Sei completamente dissociata e inconsapevolmente fuori dalla realtà. É bellissimo sapere che tu e i tuoi familiari siete guariti senza contagiare nessuno. Un vero miracolo. Dicci, visto che vi siete curati da soli…quale farmaco o quale stregoneria avete adottato? Sarebbe uno scoop mondiale, smentire la scienza medica.
      Ora per essere coerenti, tu e i tuoi , iniziate lo sciopero della fame!
      Non hai dimostrato maturità. Solo culo.(inteso come fortuna) Fortunata!

  11. Ma scusate, se un determinato lavoro implica il rispetto di alcune regole, bisogna prenderne atto e seguirle, altrimenti si è liberi di cambiare.
    Non è che domani prendo l’auto e inizio a camminare sulla sinistra perché penso che camminare sulla destra sia un’imposizione.
    Se non mi piace camminare a destra me ne vado in Inghilterra e sto felice.

  12. Una cosa sono le regole del codice della strada e un’altra la libertà di cura e la libertà di disporre del proprio corpo come meglio si crede. Siamo ormai senza democrazia. Una società che nega l’uso delle droghe leggere notoriamente meno pericolose dell’alcool e impone l’obbligo del vaccino …e in nome di questo fomenta l’odio fra cittadini.

      1. Anche le leggi razziali erano regole, in quei lontani tempi. I giusti che rispondevano alla loro coscienza anziché a regole inique, le volarono salvando qualche vita umana. L’obbedienza non è più una virtù.

        1. Ae 5 e vintuno, ti si’ spintu oltro. Ssi messu lu covidde e lu vaccinu sullu piano dellu nazzismu.
          Amesa’ che si scambiatu li stracci cu li fazzuletti voni.

          Dorme che é meju.

  13. A noi hanno insegnato che gli ordini, quando sbagliati, non si eseguono. A prescindere da tutto, sentir dire che le regole vanno rispettate anche quando sono sbagliate mi fa venire la pelle d’oca. Se domani ti dicono di suicidarti lo fai? povera Italia.

  14. I mostri esistono, ma sono troppo pochi per essere davvero pericolosi. Sono più pericolosi gli uomini comuni, i funzionari pronti a credere e obbedire senza discutere… Occorre dunque essere diffidenti con chi cerca di convincerci con strumenti diversi dalla ragione, ossia i capi carismatici: dobbiamo essere cauti nel delegare ad altri il nostro giudizio e la nostra volontà.

    (Primo Levi)

  15. Sono lieta che esistano docenti come Diego, peccato che sia stato sospeso. Io farei un fondo per sostenere i lavoratori sospesi perché non vaccinati. E spero che come presidente della repubblica sia eletto Sabino Cassese, unica voce libera a suo tempo nel coro belante degli osannanti pro lockdown. Mio nonno perse il lavoro per non aver voluto prendere la tessera del partito nazionale fascista, campava lo stesso e non si atteggio’ mai a eroe né si permise di criticare chi invece la tessera aveva dovuto prenderla.

    1. Giusto che sia sospeso. Adorata, c’è una pandemia in corso. Lo sai quali sono le conseguenze? Sei infornata? Grave deperimento che può portare alla morte, e di morti ne sono stati portati via a vagonate. Documentati. Dunque un docente che sta tra i ragazzi, o si vaccina o va in fabbrica. Senza se e senza ma.

      1. Zelante sostenitore di queste misure discriminatorie e profondamente anti democratiche, in fabbrica???? Ti informo che oltre alla sospensione senza stipendio, un no vax è praticamente estromesso da qualsiasi attività sociale e lavorativa.Vergognati, cosa ti hanno tramandato i nostri progenitori? che valori ti hanno trasmesso gli uomini che si sono battuti per lo stato di diritto? Quelli che gioiscono per situazioni così mi fanno orrore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.