STAMPA STAMPA

1 thought on “Aggiornamento situazione lupi sul territorio del Comune di Potenza Picena

  1. Una buona pratica agricola serve a contenere nelle giuste dimensioni la diffusione della fauna selvatica. Questo è uno dei tanti servizi che l’agricoltura rende alla collettività. Servizi che non solo non sono pagati ma neanche socialmente riconosciuti. Ricordo decenni or sono, quando la montagna era ancora abbastanza abitata, che contadini e allevatori si lamentavano del regime poliziesco allora vigente. Multe salatissime se si tagliava nel bosco un albero non preventivamente autorizzato e rigorosamente nel lasso temporale previsto dai regolamenti, se si pascolava senza autorizzazione negli appezzamenti gravati da usi civici, addirittura per il montaggio di qualche precaria capannetta ad uso legnaia. Basta vedere ancora oggi la storia kafkiana di nonna Peppina e di tanti altri terremotati che sperando di mantenere i loro allevamenti di bestiame subito dopo il sisma avevano eretto ricoveri di fortuna poi puntualmente sanzionati come abusi edilizi da zelanti tutori della legge. Poi nell’inveno successivo gli animali sono morti di fame e di freddo, ma non fa nulla, FIAT IUSTITIA PEREAT MUNDUS. Ormai la zone interne sono perse e tale rigore normativo sarà finalmente pago di aver debellato tante e così gravi illegalità. Quanto al conseguente degrado idrogeologico, igienico, ambientale, sociale, economico, ovviamente ci penseranno gli stessi inflessibili pubblici funzionari con stipendi pagati da tutti noi. Intanto qui arrivano lupi, cinghiali, volpi, istrici, caprioli a passeggio su strade e superstrade e gabbiani che mangiano in discarica, popolazioni di ratti da par paura. Visto mai che qualche altro virus facesse il salto di specie?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.