STAMPA STAMPA

5 thoughts on “individuato un “corriere di marijuana” e scovata una piantagione casalinga

  1. Ultimi giorni per firmare on line la richiesta di referendum sulla cannabis. Si spera che poi i finanzieri si occupino di grandi evasioni internazionali, gestioni fallimentari di banche etc.

  2. E’ il bilancino che l’ha fregato…speriamo nel referendum ma ci credo molto poco… Non ci sono notizie del boicottaggio di 1400 comuni che non fornendo copia dei certificati elettorali e non rispettando la legge (che li obbligherebbe a fornirli entro 48h dalla richiesta) mettono a rischio il referendum stesso. Ci toccherà coltivarci la nostra bella piantina e a nasconderci come topi…quando sarebbero invece la classe politica e la criminalità organizzata a doverlo fare.

  3. La criminalità organizzata continuerà a fare quattrini a palate e le galere continueranno a scoppiare di ladruncoli tossici. Lancerei anche al più presto un referendum per la tutela delle prostitute e la regolamentazione legale della prostituzione.

  4. Ma se sono anche riusciti a far chiudere negozi regolarmente aperti, di cosa stiamo parlando? Qualche timida apertura di legge c’era già stata, vanificata dall’opera delle stesse forze dell’ordine e da sentenze, come al solito, discordanti. Chi non ha ancora firmato lo faccia, oggi dovrebbe essere l’ultimo giorno, ma dubito che si riesca a ottenere davvero qualche cosa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.