STAMPA STAMPA

6 thoughts on “Lo sport che sta morendo

  1. Lettera vergognosa, se avesse avuto il covid in maniera seria o avesse perso qualche persona cara a causa del covid non scriverebbe la stessa cosa

    1. Si figuri se qualcuno sottovaluta la sofferenza di chi si è ammalato o peggio ha avuto lutti, ma i giovani in questo periodo sono stati letteralmente massacrati e i traumi subiti se li porteranno dietro per anni forse per tutta la vita. Impedire loro la socializzazione è come togliere l’ossigeno, ci siamo scordati tutti di come eravamo da giovani? Lo sport è una delle forme più sane di socializzazione, cerchiamo di promuoverlo.

  2. La firma di chi ha scritto dov’è? Al solito il direttore di Radio Erre raccoglie e seleziona in modo scientifico gli attacchi a chi con fatica e massimo impegno ci sta portando fuori da una situazione drammatica, ma lui non se ne accorto, pensa che chi può farlo è la Lega e i Fratelli……

  3. Non si capisce chi scrive e che cosa esattamente chiede. Quali le sue proposte per fare il suo sport senza che i ragazzi si contagino. Il problema esiste, ma se non c’è proposta, sembra che si chieda solo di far finta di niente, riaprire e sperare in dio

  4. Ma con che faccia “si obbligano” questi giovani a vaccinarsi!
    Ma nessuno (o quasi) che si indigna!
    Si prendono sempre i morti per Covid per giustificare tale condotta, ma che c’entrano i ragazzi di 12 anni con i deceduti di Covid che avevano l’età media di 82,5 anni con 2-3 patologie?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.