STAMPA STAMPA

20 thoughts on “Recanati: locali pronti in centro storico per nuove attività

      1. Anche io ho i miei dubbi ma almeno è stato fatto un tentativo che forse si potrebbe tentare anche per gli immobili abitativi che sono una disperazione ancora più dei negozi. Per esempio promuovendo dei cohousing o coliving in affitto per anziani dopo che il modello delle case di riposo ha mostrato tutti i suoi limiti. L’assessore ai servizi sociali finora si è occupata di bambini e lo ha fatto molto bene. Ora cerchi di coniugare il salvataggio del centro storico con nuovi modelli di residenzialità già collaudati nel nord Europa.

  1. Adesso c’è da capire se continueranno a sanzionare pure le fermate dei furgoni dei fornitori dei negozi oppure se, trattandosi di iniziativa della Amministrazione, verrà concessa una indulgenza plenaria.

    1. Io ho un
      Locale sicuramente non io, se lo vogliono si intestano le utenze , lo sistemano come meglio credono e pagano l’affitto senza scalare sui lavori ecc. altrimenti ci faccio un miniappartamento per me

  2. L’offerta di locali è stata notevole così almeno si smonta la bufala che i negozi al centro chiudono per la miopia e l’avidità dei proprietari degli immobili.

  3. Mi sembra una operazione di buona volontà ma forse un po’ estemporanea. L’amministrazione comunale ha la leva fiscale per promuovere o bloccare iniziative economiche. Basterebbe abbassare o alzare l’imu in casi particolari. Da un punto di vista fiscale questi incentivi comunali come si inquadrano? E dal lato assicurativo chi assicura cosa?

    1. Mi sembra che l’IMU sia già al massimo livello possibile e pretesa anche sui fabbricati inagibili da sisma. Tutti i grandi architetti chiamati al capezzale del moribondo centro storico queste cose le sanno?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.