STAMPA STAMPA

28 thoughts on “Youtube oscura il video “non corretto” sulla pandemia di Radio Erre

  1. Direttore, lei è giornalista, quindi dovrebbe sapere che ogni organo d’informazione ha una sua linea editoriale, in base alla quale è libero di pubblicare ciò che valuta corretto o meno. Da sempre è così. E’ il fondamentale pluralismo dell’informazione, cioè uno dei pilastri delle società democratiche. Gridare allo scandalo per qualcuno non ha accettato la sua intervista non mi sembra granchè coerente e poco rispettoso dell’intelligenza dei suoi lettori/ascoltatori. Non parli nemmeno di “libertà d’espressione” perchè se questa è ammessa, lo è nei limiti della legge e, parimenti, un organo d’informazione è libero di farsene divulgatore o no.

    1. Vatti a leggere la Costituzione, poi scrivi.
      L’art. 21 Cost., al 1° comma, così dispone:
      “Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione”
      Tale norma può essere definita come una norma aperta, una sorta di contenitore nel quale confluiscono quelle situazioni che, seppur non espressamente previste, possono comunque rientrare nella tutela della norma costituzionale. Infatti, l’art. 21 Cost. riconosce[1] il diritto a manifestare liberamente il proprio pensiero non solo con la parola e lo scritto, ma anche con ogni altro mezzo di diffusione[2].
      Quindi YT viola la nostra costituzione, quando vieta a chiunque, di manifestare il proprio pensiero, in qualunque modo, a parte il “Buon costume”, che non rientra in questo caso.
      Nota: “…un organo d’informazione è libero di farsene divulgatore o no”, forse si, basta che affermi che sono Komunisti plateali. Ke Skifo!!!

    2. Ti invito solo a riflettere su questo. Se non avessi pubblicato il tuo commento perchè non in linea con il mio pensiero e con la linea editoriale del sito di radio Erre, secondo il tuo ragionamento io ne avrei avuto tutto il diritto. Ma tu non avresti vissuto questa scelta editoriale come una censura? Io ho solo detto che YouTube censura non che ha commesso una cosa non lecita

      1. certamente ha ragione Asterio: YT censura, in linea con e al servizio dell’attuale potere totalitarista e dittatoriale!!

      2. No direttore, nell’ipotesi che lei fa non avrei parlato di censura. Sa, l’informazione (ho avuto un po’ di… pratica in proposito, anche se non in forma diretta) è una questione sì di libertà, ma pure di cultura, di formazione ideale, di valori e principi che costituiscono la base essenziale di chi è attivo nel mondo della comunicazione. A volte mi capita di inviare una lettera a questo o quel giornale per esprimere un’opinione su un fatto o un personaggio. La lettera non viene pubblicata, ma non mi passa per la mente di parlare di “censura”.
        Rifletta.

  2. “bene supremo ancor più della tutela della nostra salute” ma che cazzarola stai a dire, per te Asterio l’informazione libera sarà superiore alla ns. salute. Se ad oggi con la pandemia siamo nella situazione che siamo è merito soprattutto della gente irresponsabile che se ne sono fregati della propria salute ma soprattutto dell’altrui. Questi signori che vanno raccontando cose smentite da tutta la comunità scientifica andrebbero silenziate e bloccate, già di danni ne hanno fatti molti.

      1. Portando studi e prove a sostegno delle sue tesi.
        L’esatto contrario dell’esaltato intervistato che porta solo teorie strampalate e nessuna prova a sostegno.
        Il metodo scientifico è ben altro.

  3. Asterio continua così hai il mio appoggio.RADIO ERRE RADIO LIBERA E NON CORROTTA,che da spazio a tutti qualsiasi sia il proprio credo

    1. ..piena solidarietà a RadioErre, quello che rattrista non sono le mosse della censura mediatica di Big Thek che ormai conosciamo… ma la risposta dei Recanatesi. L’informazione libera da ogni condizionamento dovrebbe essere nostro orgoglio e’ invece motivo di rivendicazioni faziose. Asterio non sei solo.. non chiniamo la testa di fronte a questa dittatura socio politica sanitaria. Mai.

  4. Caro Asterio, se eri di sinistra, ovviamente prendevi solo elogi e condivisione, ma avresti parlato in modo diverso, ovviamente, dicendo bravi, bis, tris. ecc, al governo 5S-PD-LeU.
    Devi cambiare slogan: “RR parla e fa parlare”, in “RR fa parlare” e basta, visto che la maggioranza degli interventi, qui, sono Komunisti. Uno in particolare c’é di sicuro, sotto il “coraggioso”: Anonimo X, e tu sai chi é, visto che quando ci sei tu, alla Radio, non chiama mai, mentre é il primo quando ci sono altri. Vedi, i pusillanimi (eufemismo), non hanno coraggio di dirtelo in faccia, mentre lo trovano (come Anonimi) se lo fà qualcun’altro, come Youtube. Le spiegazioni di Youtube sono chiare: siamo noi noi che decidiamo cosa é giusti o sbagliato, cioé se critichi le decisioni del Potere (governo), stai sbagliando e quindi non lo puoi dire. Fai il grillino: manda aff…ulo YT, per quello specifico caso, freghetene, tanto l’intervista ce l’hai visibile sul tuo sito. Che YT pagasse le tasse degli utili che fà in Italia, ed ha il coraggio di fare la morale agli altri. Certo, deve avere uno stato che glielo permette, quindi ti puoi dare la spiegazione del loro comportamento.

    1. Caro Asterio, sei di destra, ovviamente prendi solo elogi e condivisione.
      Devi cambiare slogan: “RR sparla e fa sparlare”, in “RR fa sparlare” e basta, visto che la maggioranza degli interventi, qui, sono ex democristiani e fascisti. Uno in particolare c’é di sicuro, sotto il “coraggioso” anonimo y, tu non sai chi é, però in Radio, chiama. Vedi, molti, hanno coraggio di dirtelo in faccia. Le spiegazioni di Youtube sono chiare: non siamo noi che decidiamo cosa é giusti o sbagliato, cioé se critichi calunniando le decisioni del Potere , stai sbagliando e quindi non lo puoi dire. Fai il missino: digli menefrego a YT, per questo specifico caso, pija pesa ncarta e porta a casa. Riguardati con Facco l’intervista, ce l’hai visibile sul tuo sito. YT paga, le tasse degli utili che fà in Italia, e puo fare la morale agli altri. Certo, lo stato glielo permette, quindi ti puoi dare la spiegazione del loro comportamento. Quindi, adeguati.

  5. Quando si parla in pubblico bisognerebbe essere consci di quello che si dice e consapevoli delle conseguenze di ciò che si afferma.
    Quando si lanciano accuse pubblicamente bisognerebbe portare le prove di queste accuse.
    Il soggetto in questione e chi gli da spazio ha fatto le considerazioni di cui sopra?
    Se affermo che gli asini volano, faccio la figura dello scemo ma non incorro nella censura. Se invece lancio gravi accuse ma non le provo, oltre che incorrere in tutta una serie di reati penali, è giusto e normale che venga “oscurato” proprio per impedire la diffusione di notizie che procurino danno al calunniato.
    Caro “direttore” smetta di fare la vittima della libera informazione. Lei di certo non è vittima e quanto a libera informazione…lasciamo perdere.

  6. A censura andrebbero tutte le teorie della comunita’ scentifica dello stato,selezionata a piacere di potere e tutti quelli che aiutano a divulgare queste false verità,ma giustamente a RADIO ERRE nessuno censura niente.

  7. Stiamo assistendo ad un ritorno al passato…via le libertà individuali, fondamentali e costituzionali.
    Il “potere” usato in modo malsano ha prima fatto il TSO ad un ragazzo che a scuola ha fatto una protesta simbolica/goliardica contro le mascherine ritrovandosi in un reparto di Psichiatria e danneggiato a vita.
    Ora ci controllano pure i video locali che non insultano e offendono nessuno, con giusta soddisfazione anche per Zan, Fiano e Boldrini.
    Sembra di intravedere stesse misure di censura dei tanto criticati regimi nazi-comunisti, che tra l’altro il parlamento europeo il 19/09/2019 , ribadendo il rifiuto totale di ogni totalitarismo, ha equiparato sotto il profilo storico il comunismo e nazismo.
    Quindi siamo destinati ad essere sottomessi nuovamente ma con una regime sanitarista? tutto ciò mentre, perlomeno in Italia, abbiamo visto negli ultimi dieci anni se non di più i tagli alla sanità, tagli ai posti letto, introduzione tiket, sempre più prestazioni a carico del cittadino, sempre più medici e operatori sanitari fuggiti all’estero perché meglio retribuiti, la malasanità che si propraga a macchia d’olio, scandali, truffe anche oggi legate alle forniture di DPI. Dirigenti sanitari con stipendi d’oro e premi sui tagli, che tra l’altro spesso non sono medici. Il tutto pagando sempre più tasse e avendo meno servizi.

    1. Hai scritto una marea di inesattezze, di bugie e di falsità. Libero, come vedi nessuno ti limita la libertà di essere un nostalgico del ventennio.

  8. Radio Erre con Asterio, nel gradino più alto di merito, per il coraggio di rappresentare anche quella parte di persone silenziose, che non la pensano proprio come vorrebbe imporla il sistema.Se RECANATI potesse parlare ringrazierebbe.

    1. 21,42 il sistema siamo noi. Radioerre per voce dei Asterio, vorrebbe Quale merito?uniformarci alle sue variabili, volubili, ballerine,idee di società strampalata.Passando dalle rivoluzioni “radicali” a quelle forzitaliste, fino a quelle meloniane. Mischiandole con i deliri dei suoi occasionali ospiti in cerca di pubblicità. Quale coraggio? Si tratta di commercio! Avere un ritorno in pubblicità sparando bufale! Nessun merito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.