STAMPA STAMPA

7 thoughts on “Lockdown e disagio sociale: ne parla lo psichiatra Marco Buccetti

  1. E’ tipico dei regimi autoritari sottoporre a cure psichiatriche i dissidenti, basti pensare all’internamento in ospedali psichiatrici degli oppositori del regime sovietico, per non parlare della Cina ove fu incarcerato il medico che per primo individuò il Covid, salvo poi attribuirgli, dopo morto, alcune onorificienze. Da un anno a questa parte in Italia si è fatto carne di porco delle libertà costituzionali. Complimenti al dott. Marco Buccetti, grande professionista e uomo libero.

  2. Un lungo periodo di tempo nel quale i cani hanno avuto più diritti dei bambini e degli adolescenti. Infatti i cani (giustamente) potevano uscire di casa due volte al giorno, bambini e adolescenti no. Sabino Cassese ha avuto qualcosa da dire in merito e io non ho certo le competenze per aggiungere nulla a quanto detto da lui e da altri psichiatri, cultori del diritto, sociologi, tutti opportunamente oscurati in nome del conformismo di gregge, arrivato molto prima dell’immunità di gregge. E chi non concorda sia spedito dritto a un campo di rieducazione.

  3. Complimenti al dott. Buccetti per l’attenzione a questi temi così poco considerati, specialmente in questo periodo dove basta “prendere il covid” e si trascura il benessere di tutta la persona e, soprattutto, quello psicologico, così determinante per la salute. Inoltre la tutela della libertà, in questi tempi -sembra assurdo ribadirlo- è essenziale: non si può tornare indietro rispetto a conquiste fatte già molti anni fa con metodi violenti e discutibili… è necessario un risveglio delle coscienze! Grazie al dott. Buccetti per avere messo in luce questi temi…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.