STAMPA STAMPA

2 thoughts on “Porto Recanati: rinvio a processo per uno “zio orco”

  1. Non entro nel merito della vicenda che, se confermata, sarebbe gravissima. Vorrei dire qualcosa sulla fotografia a corredo sell’articolo. Il pugno che stringe la testina della bambola, una Barbie mi sembra, sembra appartenere a una persona dedita a lavori manuali pesanti e forse sconta un luogo comune duro a morire e cioè che certi abusi avvengano in ambienti popolari, economicamente disagiati e socialmente degradati. Purtroppo non senpre è così, anzi. Comunque l’articolo è molto corretto, non morboso, asciutto e rispettoso, grazie.

    1. Sulla fotografia a corredo dell’articolo si nota il pugno che è sporco, fa schifo, possibile che non è riuscito a trovare una saponetta per lavarsi bene le mani? Sudicio che non è altro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.