STAMPA STAMPA

14 thoughts on “Recanati. Che fine hanno fatto le opere del pittore Lorenzo Gigli?

  1. e quelle di biagetti?, caro assessore a causa di questa trascuratezza è venuta meno l’eredità della sig. cingolani ved. calamanti e adesso quella della sig.ra bettini, questo è il vostro interesse ed amore verso la cultura e la città

  2. Oh !! questo consigliere non ha niente di meglio da fare. In un momento storico tragicamente impegnativo come quello attuale, dove l’argomento principale é la morte di migliaia, milioni di persone in tutto il mondo e quindi l’impegno straordinario di tutti per trovare una soluzione…lui che fa? Continua a fare interrogazioni fuori da ogni logica.
    Che poi…ad ogni interrogazione il comune gli risponde per le rime, sconfessando le sue strampalate richieste, purtroppo perdendo tempo. Tempo che servirebbe per affrontare questioni serie. Invece di creare confusione, si metta a disposizione e collabori per risolvere la situazione covid locale.

      1. Si infatti LIB il problema dei recanatesi in piena pandemia e crisi economica è sapere in quale stanza si trovano i quadri di Gigli …. incredibile

    1. Giusto, purtroppo ai consiglieri della Lega Recanatese interessa solo interrogare sui musei guidati da rancorosi neanche recanatesi.

  3. Questo é rimasto alle lire!!!!! 750 milioni di lire sono…330 mila euro.
    In arte… elemosina.
    Sensazionalismo provincialotto.

  4. ” Risolvere i problemi degli italiani ” questo dice Salvini e i nostri leghisti Trucchia e Mariani invece ????

  5. Sono veramente felice che sia stata fatta questa interrogazione perchè la ritengo un atto di profonda giustizia nei confronti di Adelaide Gigli e una richiesta di c hiarezza- dovuta a tutta la cittadinanza- da parte degli amministratori passati e presenti per gliimpegni assunti e non adempiuti. Sono molto interessata anche io a sapere dove sono le tele di Lorenzo Gigli e come sono conservate. La terribile pandemia che assorbe ogni nostro pensiero da quando ci svegliamo con numeri di morti e di ammalati non offuschi anche il nostro senso di giustizia.

    1. Mi scusi Patrizia cosa pensa? che le diverse amministrazioni che si sono succedute nel tempo le abbia vendute? Suvvia siamo seri e si pensi a fare politica che realmente interessi la vita dei recanatesi in questo periodo dove le famiglie sono la priorità.

  6. Mentre la gente muore i locali chiudono e il centro è vuoto Trucchia pensa a dove si trovare i quadri di Gigli ……. !!!!!!! Non mi piace la sinistra ma neanche questa destra

  7. Vorrei capire se la linea politica di Trucchia è di tutta la LEGA RECANATESE non posso credere che nella vita reale a livello regionale e nazionale gli argomenti della LEGA sono chiari VACCINI, LAVORO E FAMIGLIE invece a Recanati gli argomenti che il consigliere solleva girano tutti intorno a Gigli e musei. QUALCUNO MI PUÒ SPIEGARE ?????

  8. Bravo Trucchia! Sarebbe bello e giusto sapere che fine hanno fatto e perché non sono state più esposte le circa 20 opere, fra le più belle, relative alle due donazioni (1a Lorenzo – 2a Adelaide Gigli). La valutazione per l’accettazione della 2a donazione fu fatta dal Prof.Papetti.

  9. A prescindere dalla pandemia, che ovviamente preoccupa tutti, non vedo perché non ci si debba interessare anche di cose meno gravi, ma per qualcuno importanti. Sarebbe ora, dopo più di 20 anni, che tanta bellezza abbia finalmente una degna collocazione e possa essere goduta dai cittadini e dai turisti.

  10. Sappiamo che sono 14 opere di dimensioni molto grandi. Hanno bisogno di molto spazio. Il problema è dove esporle in modo adeguato? Non credo a Villa Colloredo che non ki pare abbia spazi adeguati e non è neanche pensabile di creare un nuovo spazio che avrebbe costi alti di allestimento, gestione e apertura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.