STAMPA STAMPA

16 thoughts on “Per Villa Gigli accordo raggiunto fra Loreto, Recanati e Porto Recanati

  1. Quale conventicola (gli “incappucciati”?) ha fatto pressione sui sindaci per arrivare a questo? Per quale ragione lo Stato deve accollarsi l’acquisto di ‘sto villone di gusto discutibile? Solo perchè i proprietari devono spartirsi il ricavato di una vendita che va sempre a vuoto tanto è onerosa (a parte il prezzo d’acquisto poi c’è la manutenzione e la ristrutturazione, che non è poco per qualsiasi nuovo acquirente)? Che ne dicono i cittadini dei rispettivi Comuni? Approvano un’operazione a beneficio di privati che finora mai si sono preoccupati di una valorizzazione pubblica dell’edificio? E infine: dov’è finita la quarta statua che manca dalla terrazza?

  2. Commenti da ignoranti che criticano per il gusto di criticare… Si sta parlando di diritto di prelazione! Se un privato acquista ad X… Il pubblico puó acquistare a quel prezzo!!! Purtroppo il diritto di commentare lo hanno cani e porci…

  3. Ma ci dobbiamo proprio accollare sta specie di Vittoriale quando si abbandona un prezioso documento medievale autentico come il Castello di Montefiore che potrebbe anche fungere da luogo suggestivo per spettacoli all’aperto, come spazio ludico e sicuro per i giochi dei bambini di Recanati e Montefano ? Per feste private con qualche incasso? Senza contare che una volta restaurato la manutenzione non sarebbe poi costosissima? Invece il castello di Montefiore era stato praticamente offerto in vendita mentre si vorrebbe comprare questa gigantesca cambiale in bianco.

  4. Avrei speso quei soldi per le dosi dei vaccini anticovid che mancano piuttosto.
    Mi vegogno di voi come Zingaretti nel PD.

  5. e’ senza dubbio da cedere a privati con lo scopo di realizzarci una struttura ricettiva, Albergo, con ristorante adibito a Cerimonie e feste…..non credo ci sia la possibilità di farci altro e soprattutto non credo valga la pena di far spendere dei soldi alle amministrazioni. Questa soluzione nulla toglie all’interesse Pubblico…….sarebbe e rimarebbe cmq di interesse Storico…..La Stato/Regione dovrebbe pianificare, gestire e salvaguardare gli interventi di riqualificazione necessari a non snaturare la struttura.
    Sapere in buone mani di gestione a manutenzione e soprattutto vedere vivere la Villa Gigli sarebbe già un successo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.