STAMPA STAMPA

10 thoughts on “Recanati: cani in libertà seminano panico

  1. Tutto ciò mi sembra inaccettabile. Essendo proprietario di un cane di piccola taglia ho deciso di non toccare mai le zone nella quali sono stati segnalati più volte questi cani. Questa, pur essendo mia scelta, è una limitazione delle mie libertà. Spero fortemente che siano i cani dei fatti del Duomo di un paio d’anni fa perché il pensiero che ce ne siano altri (di proprietari irresponsabili) mi disturba assai. Peraltro a Recanati ci sono tanti proprietari di cani “pericolosi” che si comportano benissimo e rispettano le regole di vita comune. Perché devono smenarci loro per il comportamento di un incivile? Alla fine infatti è facile di fare tutta l’erba un fascio. Ciò che però mi lascia senza parole è che (sempre a detta di cittadini proprietari di cani) la polizia municipale abbia ricevuto decine e decine di segnalazioni e che si sia dichiarata impotente. Attenzione, qui non si tratta di togliere i cani alla persona, ma di fare pressione perché prenda TUTTE le precauzioni perché ciò non accada. Perché questi cani fuggono spesso? Come sono tenuti? Per caratteristiche della razza non hanno la tendenza a fuggire. Cosa succede? Come vengono trattati? Avete il dovere di difendere la serenità dei vostri cittadini. Non potete alzare le braccia dicendo che non avete i mezzi per intervenire. Altrimenti si sta accettando di applicare la legge del più forte. Sono bellissime le cose che state facendo per risollevare la città da un torpore sociale e culturale che le apparteneva da decine di anni, ma a volte bisogna pensare anche alle centinaia di persone che da un po’ troppo tempo hanno timore ad uscire con il proprio cane per una passeggiata. La persona la conoscete, non aspettate il morto (cane o essere umano), intervenite per prevenire, fate pressione, controllate lo stato del terreno e delle recinzioni in cui vengono fatti vivere questi cani, fate capire alla persona interessata che questo tipo di situazione non sarà più accettata. Ne va del bene anche della città. Io come libero ed onesto cittadino devo continuare a credere che la polizia e gli enti comunali siano anche al mio servizio, per difendere i miei diritti a vivere serenamente questa splendida cittadina. Sulla pagina Facebook “sei di Recanati se” si parla di ferite alla mani ed alle braccia procurate dai morsi di questi molossi a un cittadino. 100 euro di multa??? Per mancata custodia di due animali che la legge considera pericolosi?
    Non siamo a Roma, in una metropoli. Un salto a controllare che siano sempre tenuti bene e impossibilitati a fuggire perso che la macchina della polizia municipale possa farlo ogni 2/3 giorni…per un periodo limitato nel tempo, così, giusto per far vedere che stavolta “s’è fatta fuori dal vaso”. Ripeto, si tratta di migliorare la vita di tutti i recanatesi. Non è il vostro compito?

  2. Buongiorno,
    a me sembra ora passata che a Recanati si intervenga perché si facciano rispettare la legge e la responsabilità civile.
    Spesso, come molti altri, passeggiando ho notato da tempo che sono aumentate, nell’ultimo periodo, le persone che [oltre a non indossare le mascherine…] portano i propri cani nei parchi e nei parchi giochi per bimbi, senza guinzaglio e spesso senza che sia consentito l’accesso ai cani stessi [ci sono i cartelli!]
    Provare per credere: fatevi un giro soprattutto di domenica verso il parco del Colle dell’Infinito e a Villa Colloredo.
    Ci sono le telecamere: USATELE, ci sono le leggi: FATELE RISPETTARE.
    …con tutte le multe che si potrebbero fare, si risanerebbe il bilancio di Recanati.
    Se si scontenta “qualche” cittadino, allo stesso tempo se ne accontenta la stragrande maggioranza che, oltre ad avere senso civico, è rispettosa delle regole e del prossimo e della sua incolumità.
    SALUTI!

    1. Mi dispiace signora/e, ma sul punto, lei ha torto, come ha torto il Comune di Recanati. Bisogna sapere che c’è una normativa europea (che per gerarchia del sistema di fonti è superiore addirittura alle normative nazionali, figuriamoci a quelle comunali) che impone a tutti i comuni d’Italia questa cosa: libero accesso ai cani in ogni parco pubblico. perciò i cani possono andare ovunque, purchè regolarmente condotti. Il punto non è che il cane non acceda al parco, ma che sia regolarmente condotto dal proprietario.

  3. E se al posto del cagnolino o dei conigli ci fosse stato un bambino?
    Visto che non è il primo episodio e visto che questa tipologia di cane è abbastanza aggressiva e dal momento che il proprietario sembra non essere in grado di custodirli, credo sia opportuno prendere provvedimenti prima che accada qualcosa di grave e non recuperabile

  4. Ma la Lega Recanatese che fa dorme o si occupa solo dei musei ?????? Sveglia consiglieri sono questi gli argomenti che ci interessano !!!!!!!

  5. I due cani non si sono limitati ad aggredire cagnolini e conigli ma anche persone.
    Forse è il caso di intervenire prima che avvenga qualche fatto ben più grave e piangere sul latte versato?

  6. Ho un cane, ma 100 euro di multa in questo caso sono veramente pochi. Almeno 500, se si considerano gli 84 euro di multa cominati a chi non raccoglie le deiezioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.