STAMPA STAMPA

7 thoughts on “Villa Gigli in vendita. Interviene la famiglia di Beniamino Gigli Junior

  1. L’eterna lotta tra eredi veri o presunti quando si tratta di spartirsi un patrimonio “spendibile”. Squallido. E ridicolo.

    1. Nessuna lotta per il patrimonio da parte di mio padre(vigarani giovanni) . Lui scrive messaggi d’amore rivolti al padre. Purtroppo c’è chi invece nel 2021 guarda la legittimità solo per effetti mediatici e per primeggiare. Alquanto squallido!

      1. Concordo con lei. Mi auguro che, se verrà fatto un film sulla vita di Beniamino, ogni personaggio abbia il ruolo che veramente ha giocato senza le ipocrisie che negli anni 50 ancora imperavano nella società.

  2. I figli naturali sono equiparati a quelli legittimi. Siamo nel 2021 e certe distinzioni sono ormai hanno fatto il loro tempo. Piuttosto come è potuto accadere che coloro che hanno ereditato questa villa l’abbiano poi venduta senza pensare di farne quello che adesso vorrebbero che ne facesse il Comune di Recanati?

  3. Sono nato nel 1940 a Vicenza.Due Teatri cittadini distrutti dai bombardamenti. La voce di Gigli ha iniziato ed educato la mia passione musicale con radio e dischi (pochi).Ancora adesso certe emozioni me le da’ solamente Lui.Spero nella sua ex villa come scuola di canto.

    1. Ma come ci pensi? Paolo, a noi Recanatesi tranne che a Trucchia e al sindaco, obbligato a dire che interessa al comune, quel bruttissimo rudere può senza dubbi essere venduto! Difficile trovare un pollo che butti via 8 milioni di euro per spenderne almeno altrettanti in restauri varii. Garantisco che a noi cittadini comuni quel rudere non desta nessun rimpianto o ricordo particolare. Scuola di canto? Non dica fesserie. Attrazione turistica? Ma dove? Museo? Venga a vedere lo squallore di quello esistente.

  4. In un paese democratico tutti hanno diritto di esprimere un opinione, sia chi è direttamente coinvolto in quanto figlio, sia coloro che sono indirettamente interessati in quanto mossi da un’amore verso la musica. Forse l’effetto mediatico lo cercano proprio coloro che si reputano legittimamente autorizzati. Stefania vigarani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.