STAMPA STAMPA

18 thoughts on “Scuole chiuse nelle Marche: il perchè del presidente Acquaroli

  1. Il rischio dell’ingovernabilità di questa pandemia è alto,in particolare per il motivo che ancora non si conosce bene la natura del virus con le sue numerose mutazioni.
    Eviterei facili e superficiali polemiche,d’ordine soprattutto politico,sulle cause che hanno generato questa situazione e che sono assai complesse.
    La prudenza è d’obbligo,nel mondo sono già milioni i morti,e penso che la morte sia il danno nettamente maggiore rispetto a tutti gli altri.
    Pur consapevole dei numerosissimi inconvenienti derivanti da tutte le restrizioni adottate ad ogni livello,non mi sento di mettermi a fianco dei minimalisti.

  2. Ohibò!!!
    “il rischio di passare anche le prossime settimane “chiusi” diventa elevatissimo”
    Oh!! Mammamia ha scoperto l’acqua calda e mi permetta di dirle ma lei cosa ha fatto per impedire ciò?

    1. Ho fatto quel poco che ogni singolo poteva fare,ma non quello di minimizzare o addirittura ignorare la situazione.

          1. O Gianni io non mi riferivo a lei ma al Presidente!
            Non ha visto che il mio commento era allineato con il primo e non spostato a destra come risposta?

    2. Aldo? Hai cambiato ancora nome! Sei proprio convinto che non ti si riconosce? Sei inconfondibile. Giulio, Mario, Filippo, Sergio, Sarah,….trova pace.

  3. Lasciateli perdere questi qualunquisti che sminuscono e sottovalutano qualsiasi sforzo da parte delle autorità. Coraggio e ricordiamo tutte le vittime di questa pandemia.

  4. Vergognatevi la scuola è una priorità fondamentale state rovinando culturalmente psicologicamente e socialmente i nostri ragazzi il futuro… come ben sapete i contagi avvengono in ambiti familiari non scolastici perché ritengo la scuola uno dei luoghi più sicuri … non avete risolto nulla chiudendo le scuole avete solo peggiorato la situazione vergogna vergogna vergogna!!!

    1. L’indice di riferimento dei contagi è alto talmente alto da farci ritrovare lunedì zona rossa!
      Con questi numeri il presidente deve farsi un mea culpa andando a rivedere gli errori commessi nel non aver inasprito la zona gialla con ordinanze restrittive tipo zona gialla si ma con palestre,bar e ristoranti chiusi,ma la cosa non porta consensi.
      Quindi il via libera porta applausi poi se diveniamo rossi la colpa è del governo che ha messo dei parametri e allora non resta che piangere e fare un mea culpa anche generale nel rivedere i nostri comportamenti.
      Se si fanno i cenoni di nascosto o si vanno in casa di parenti e amici senza mascherine sottovalutando il problema poi paghiamo le conseguenze che sono i contagi PUNTO!

    2. Sono molto d’accordo con questo commento..si doveva trovare un altro metodo..sicuramente usando quei “soldini” che ha lo stato per aumentare i trasporti sarebbero stati di aiuto…aumentando anche l’occupazione per qualche autista…ma questa è solo un’opinione di una mamma qualsiasi che vede 1 anno e mezzo di vita scolastica di suo figlio andata in fumo..

    3. Alessia la tua cultura finisce dove inizia il mio diritto a non essere contagiato.
      Stai a casa, studia e lascia fare a chi ne sa più di te. I contagi scolastici sono i peggiori.

  5. Io l’ho pure votato!!
    È un uomo equilibrato ma su questa vicenda della chiusura delle scuole superiori sta sbagliando.

  6. Capisco il momento delicato, ma mi sembra che questa decisione sia la più semplice, non è molto per un Presidente che voleva rivoluzionare il mondo……

  7. Tranquilli sarete più sereni quando Acquaroli e Saltamartini vi apriranno il Santa Lucia!!!
    AHAHAHAHAHAHAHAHAHAH!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.