STAMPA STAMPA

9 thoughts on “Bisogna controllare gli appalti del Comune con ditte esterne a tutela dei lavoratori

  1. Una macedonia di buoni propositi e visioni planetarie, “spiegate” con il peggior linguaggio politichese di sempre, secondo un modello astratto rispetto alla realtà e alla vita quotidiana dei cittadini di Recanati. Per esempio: sapete spiegare all’anziana signora Maria e alle sue conoscenti cos’è il “cohousing” oppure la “inclusione abitativa”?

    1. Glielo spieghi lei visto che è afferrato in materia e forse con parole semplici può capire!
      Lo so ti da fastidio che il PD ha articolato la mozione con dettagli tecnici che il centrodestra non conosce!
      Imparare viene sempre in tempo!

  2. In questo documento a me sembra particolarmente apprezzabile il taglio politico di fondo,cui oggi dovrebbe far riferimento tutta la politica,considerato che stiamo vivendo una situazione completamente inedita che potrebbe sfociare in esiti inimmagginabili,del più ampio coinvolgimento di tutti,dialogando con senso costruttivo e rivisitando criticamente la stessa logica del rapporto maggioranza/minoranza,senza arrivare a cancellarla per salvaguardare i vantaggi della dialettica democratica.
    Bene tener presente che stiamo attraversando momenti eccezionali,che richiedono un grosso salto di qualità da parte di ognuno,investito o privo di ruoli particolari.

  3. Notiamo tutti il lessico di questo emendamento molto articolato e ricco di contenuti rispetto alla mozione scritta un po in maniera superficiale senza alcuna conoscenza delle leggi che regolano il mercato del lavoro.
    Riflettete gente…

    1. A Roma si dice “consolate co’ l’ajetto!”. Tradotto: ti accontenti di poco. Perchè il lessico della casta politica affascina sempre gli sprovveduti.

      1. E il vaffa di Grillo a chi affascina?
        E il me ne frego di Salvini a chi affascina?
        Io ho elogiato la stesura che parla di leggi,mentre chi ha fatto l’emendamento ha dimenticato che il contratto parasubordinato non è da considerarsi un contratto di lavoro dipendente!

  4. “Chiediamo (…) in appalti di piccoli importo, (…) la precedenza ad aziende ubicate nel territorio provinciale e/o regionale.”
    NON SI PUÒ, semplicemente non si può.
    Sarebbe comodo, facile, e lo dico perché ci lavoro ogni giorno, ma corrisponde a negare i principi della concorrenza, tanto che nella legge “semplificazioni” hanno dovuto precisare che è necessario inserire negli inviti almeno la metà di imprese fuori del territorio.
    Siamo un Paese strano: chiediamo i soldi all’Europa per far ripartire l’economia nel mondo globalizzato, e poi li vorremmo spendere tutti dentro il Comune di appartenenza.
    Spiegatemi perché ce li dovrebbero dare.
    È la logica dell’elemosina. Ne usciremo ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.