STAMPA STAMPA

8 thoughts on “Perchè non utilizzare l’acqua del Nera solo ed esclusivamente per uso potabile?

  1. Ahahahahahahahah!!
    E quindi?
    Usiamo per i rubinetti l’acqua dei pozzi e compriamo acqua Nerea?
    Ahahahahahahahah!!
    Oppure,Facciamo due tubazioni per utenza,acqua potabile per il water e la doccia e acqua di sorgente per il rubinetto della cucina!!
    Ahahahahahahah!!!
    Basta,basta,mi impallo,poi sorge l’inquinamento del trasporto delle bottiglie,lo smaltimento di quest’ultime ecc…
    O Luca…lascia perdere,anche perché entrando in certi discorsi si arriva agli anni della DC e se Recanati non ha l’acqua del nera ci sono anche delle responsabilità a monte!

  2. Buona proposta, spero sia l’inizio di un riesame più ampio sull’uso dell’acqua. Non si può usare l’acqua potabile anche per usi domestici che non siano alimentari come gli scarichi dei bagni, la pulizia dei pavimenti, l’innaffiatura dei fiori.

    1. Creare una doppia rete di distribuzione è impraticabile. Significherebbe raddoppiare gli investimenti, quando già le risorse sono insufficienti. La strada giusta è quella di diminuire al massimo gli sprechi, sia nella rete che negli utilizzi. Tutti gli acquedotti, dai tempi dei Romani sino a quelli di oggi nelle altre provincie marchigiane hanno immesso acqua della migliore qualità possibile in rete.
      La storiella che non si può usare l’acqua minerale per lo scarico del water l’hanno inventata quelli che preferiscono che quell’acqua resti nel fiume per usarla poi a fini industriali, per il proprio tornaconto personale.
      Sul fiume Nera, il primo allevamento ittico è a meno di un chilometro dalla sorgente. Il corso del fiume è stato completamente stravolto sin dagli inizi del ‘900 a fini idroelettrici per le esigenze industriali delle acciaierie. La prima centralina idroelettrica sul Nera prende l’acqua direttamente dalla sorgente. Di acqua del Nera per i nostri rubinetti ce n’e’ a sufficienza, ne sono sicuro.

  3. Una banale cisterna per la raccolta dell’acqua piovana come ce ne erano in quasi tutti i cortili delle vecchie case per l’acqua sanitaria e l’acqua degli acquedotti per gli usi alimentari. Adesso con le ristrutturazioni del 110 in corso fare due impianti non è un grosso problema basta volerlo.

    1. 16,11 sei rimasto un po indietro. Tu te lavavi cu a catinella, de notte pisciavi dentro l’urinale, e bevevi l’acqua de u pozzo.
      Vuoi ritornare indietro nel tempo? Sta’ bono, lascia fare a chi capisce più de te.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.