STAMPA STAMPA

10 thoughts on “Recanati: approvato il progetto esecutivo per la riqualificazione del fosso delle Conce

  1. Il comune spende 48 mila euro per piantare alberi mentre le attività e le famiglie sono in difficoltà ….. cose da pazzi !!!!!!

  2. È un annuncio o i lavori si faranno davvero? È stato presentato il progetto per fare una via ciclabile al mare che sarebbe molto opportuna e si inquadrerebbe nel quadro della politica regionale sulle ciclovie. A che punto è?

  3. Con quei soldi invece di pulire i fiumi, fossi di scolo, torrenti, tagliare i rami, rimuovere vegetazione inopportuna dare una sistemata andamo a cerca’ sempre di complicarsi la vita. Basta andà giù il potenza che è un grasciaro, invito l’ingegnere ad uscire dalle 4 mura cittadine e andare a vedere come sono ridotti tutti i fossi, alvei torrenti, potenza musone …..

  4. La sua analisi è giusta e io concordo, ma purtroppo in Italia a complicarci la vita non è solo il comune, che comunque ci mette del suo. Le sponde dei fiumi sono competenza del Genio Civile, i fossi sono di competenza del Consorzio di Bonifica ( avete presente le cartelle esattoriali e li avete mai visti all’opera? ) e via andando competenze spezzettate, vedi anche le autorità di bacino etc. Quanto poi a invitare i tecnici comunali a uscire dalle quattro mura cittadine e andare a vedere il territorio, mi associo. Ma si guardano bene dal farlo per vari motivi, non ultimo il fatto che dovrebbero percorrere le mitiche strade rurali comunali che sono una vera palestra di allenamento per il più avventuroso dei rally e quindi non volendo demolire le loro auto si guardano bene dal percorrerle.

    1. Esatto infatti è di competenza di quello, è di competenza di quell’altro nessuno fa niente e se ne lava le mani. Ce ne sono di cose da sistemare anche se si mettesse le mani alle strade comunali già sistemando gli incroci, le piante pericolanti, tagliare l’erba, segnaletica orizzotale e verticale da paese del bagladesh già se qualcuno fa qualcosa non è vero che si riduce ad un “letamaio” generale. Per il consorzio ho dovuto fare un paio di esposti per sistemare i fossi demaniali eppure si ricordano tutti gli anni a mandare le cartelle esattoriali con tanto di lettera accompagnatoria nel quale si vantano che hanno fatto questo e quell’altro….

  5. Stranamente i commenti su questo articolo sono sensati, argomentati, non volgari, ed è già molto. Oggi è Natale e chiediamo a Gesù Bambino che nel nuovo anno siano sistemate le cose necessarie e indispensabili, i fossi da parte del Consorzio di Bonifica (che, dopo che non fa niente e ci costa un botto, potrebbe risparmiarci le sue letterine autocelebrative), le buche delle strade, la segnaletica, gli alberi pericolanti da parte del Comune, le sponde dei fiumi da parte del Genio Civile, una sanità sul territorio da parte della Regione e a continuare….. Però sulla sponda del fiume Potenza , ove con spese astronomiche già negli anni 90 fu costruita una pista ciclabile, il Comune dovrebbe fare controllo e manutenzione. Ci hanno trovato auto abbandonate, un morto per overdose, è l’autostrada di ogni traffico illecito, di ogni spostamento non autorizzato. E’ lì che vanno fatti i controlli da parte delle forze di polizia comunali non solo in Piazza, al Duomo, in Via Roma etc. Ma forse poichè si chiamano vigili urbani stanno solo al centro dell’urbe, l’ambiente rurale serve solo a incassare imposte e tasse ai livelli massimi consentiti. Buon appetito.

  6. Il progetto è bello, i progettisti qualificati, ma una volta realizzato chi farà manutenzione in una area così vasta? La manutenzione dell’esistente non è proprio il fiore all’occhiello di questa città.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.