STAMPA STAMPA

15 thoughts on “ZTL nei giorni festivi: serve anche a dicembre e quando piove?

  1. In tutta Europa le isole pedonali o, come le chiamano i burocrati italiani, le ZTL sono valide tutto l’anno, con qualsiasi condizione meteorologica. Noi cerchiamo sempre un pretesto, una scusa per aggirare le regole e perciò anche la ZTL. Magari procurandosi un “permesso” speciale giustificato dalla nonna anziana o dalla necessità di andare in farmacia per un’aspirina o, nonostante si sia non credente, alla messa nella chiesa del centro (chiusa da anni).

    1. Condivido. Inoltre, ieri pomeriggio, c’era quella quantità di persone di ogni domenica in cui non c’è alcuna attrattiva. C’era un gruppo davanti alla mostra fotografica di Buschi (bisognava fare la fila), un nutrito gruppo al Bar di Massi , persone che aspettavano il loro turno per entrare nel sempre bellissimo e accogliente negozio Dionisi elettricità. Piuttosto, è attrattivo un corso senza alcuna illuminazione natalizia? Inoltre, via Cesare Battisti , da Porta S.Domenico a Porta Marina, completamente al buio.

    2. @Falzetti, condivido il ragionamento che fa, certamente é un commerciante con un negozio nell’”isola che c’é” (come dice la canzone), considerando che di “pedonale” sono rimasto io e le fioriere.
      Certo, “noi” cerchiamo sempre un pretesto, é vero, per aggirare le regole, e per non lavorare, se c’é “passaggio di persone”, si lavora, si vende e non si favoriscono gli acquisti online. E i negozi aprono. Nuovi occupati, Centro cittadino vibrante. Beh, non mi vedrete passeggiare allegramente magari “ballando sotto la pioggia” (come il film), forse con il cane al seguito che scodinzola anche lui allegramente, contento
      di poter circolare nella sua isola pedonale ztl. Per visitare la “nonna anziana” o andare in farmacia, non bisogna procurarsi un permesso speciale. Noi siamo europa, siamo Italia e non siamo diversi in tutto ,quindi non abbiamo necessità diverse da “tutta europa” tranne me, che non faccio testo.

  2. @Falzetti, il burocrate é lei, visto il ragionamento che fa, e certamente non é un commerciante con un negozio nell'”isola che non c’é” (come dice la canzone), considerando che di “pedonale” c’é rimasto solo lei e le fioriere.
    Certo, “noi” (quindi anche lei) cerchiamo sempre un pretesto, é vero, ma non per aggirare le regole, ma per lavorare, e se non c’é “passaggio di persone”, non si la vora, non si vende e si favoriscono gli acquisti online. E i negozi chiudono. Nuovi disoccupati, Centro cittadino un dormitorio. A beh, vedremo lei che passeggia allegramente magari “ballando sotto la pioggia” (come il film), forse con il cane al seguito che scodinzola anche lui allegramente, contento
    di poter circolare nella sua isola non pedonale ne ztl, ma Isola nel deserto. Pensi un po’, per poter visitare la “nonna anziana” o andare in farmacia, bisogna procurarsi un permesso speciale. Noi non siamo tutta europa, siamo Italia e siamo diversi in tutto (a parte lei), quindi abbiamo necessità diverse da “tutta europa” e da lei.

      1. Signor Bellorofonte, non sono un suo collega. Osservo solo ciò che c’è in giro oltre i confini del “borgo selvaggio”. Le lamentele per la Ztl forse dovevano essere fatte valere quando venne istituita, attraverso i luminosi amministratori comunale. Infine, ho espresso un mio parere, non una sentenza, che è anche una considerazione generale. E questo vale anche per chi le risponde spacciandosi è per altro. Se poi fa caso al dibattito nazionale di questi giorni, forse qualche dubbio sul fatto che gli italiani siano sempre in cerca di una DEROGA a ogni REGOLA (nonna anziana o cagnolino da portare a spasso 12 volte al dì) le potrebbe venire.

  3. Ecco, perfetto. Due commercianti che (almeno da me) non avranno mai un euro. Mentalità provincialissima. Non hanno ancora capito che la gente fugge da Recanati proprio perché ci sono macchine dappertutto e passeggiare per il centro storico è sovente diventato infernale, tra parcheggi selvaggi e chi non sopporta il passeggiare delle persone lungo via Cavour e via Roma (macchine che vanno troppo veloce e si arrabbiano con i pedoni). Meritano di chiudere e fallire. Recanati avrebbe bisogno di una nuova classe di commercianti, aperti al progresso ed al rispetto…e al turismo!!!! Ricordo poi al macellaio che ci sono ben 2 ingressi al suo negozietto, per chi ha difficoltà a camminare anche con l’ascensore. Parla della circonvallazione di Recanati come del GRA…dai…

    1. Perfetto e condiviso. Si lamentano senza motivo. I loro 2 negozi distano 50 metri dal parcheggio coperto, con ascensore a disposizione di tutti. Non sono commercianti. Non sono corretti, parcheggiano ovunque in piazza e pretendono che quello che fanno loro (contravvenire quotidianamente alle regole) sia sdoganato solo per il loro vantaggio. Anche per me possono chiudere.

  4. Comprensibile lo smarrimento e lo sfogo di quei ( pochissimi ) commercianti che ancora resistono pur nelle attuali condizioni che amministrazioni prive di strategie ed emergenza covid offrono loro.
    Incomprensibile invece è la scarsa sensibilità di quelli che si professano intransigenti ad ogni, anche momentanea, interpretazione e flessibilità delle regole delle ZTL
    Ho fatto una passeggiata in centro ieri pomeriggio.
    Una desolazione assoluta.
    Luminarie Leopardiane spente ed albero di Natale idem…
    Di questo passo non rimarrà piu nessuno a protestare.

    1. Ecco la riprova.Recanati è una città in grave ed inarrestabile declino.
      Ne è testimonianza anche la risposta cretina di un rappresentante dell’imbarbarimento sociale che la pervade.
      Il poeta lo aveva compreso con largo anticipo

      1. Il poeta non ha mai avuto il senso della realtà. L aristocrazia non ha mai vissuto le pene della gente. Con anticipo aveva compreso il nulla sociale.

  5. Macerata ha riaperto il centro ed era piena di gente. Non bisogna essere ideologici e troppo rigidi. Il centro storico d’inverno e nel periodo invernale non può essere chiuso.

  6. E non a caso Macerata ha cambiato rotta politica, mandando a casa i sodali di chi da oltre dieci anni sta riportando Recanati al livello dell’antico borgo selvaggio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.