STAMPA STAMPA

9 thoughts on “Paoletti: Porto Recanati ha bisogno di un cambiamento

  1. Positiva l’iniziativa i buoni propositi ma…
    Porto Recanati in altre stagioni ha conosciuto l’illegalità con compiacenza di una parte di Porto Recanatesi,parlo del contrabbando una notte sbarcava nelle foci del Potenza e un’altra nelle foci del Musone dove ad attendere i motoscafi non c’erano gli slavi ma i vostri concittadini che tuttora votano!
    Poi ha conosciuto la stagione dei soggiornanti obbligati i cosiddetti confinanti.
    Negli anni ’90 la stagione di Monticone e l’improvvisa trasformazione dell’Hotel House in ciò che è ora sotto gli occhi di tutti ed oggi tutti rimaniamo sgomenti di questa realtà!
    Oggi è terra di finanza tramontata,spaccio balcanico,africano,russo,sudamericano è la Porto Recanati dei night clubs,dei festini delle orge con ragazze senz’anima.
    Porto Recanati ormai è morta nei sogni di prostitute russe,balcaniche,africane e sudamericane,eldorado di ricchezze svanite!
    Porto Recanati indifferente giace sulla sponda del laghetto volpini specchiandosi rassegnata sulle sue torbide acque!
    In pratica qua c’è poco da fare il danno è fatto era da intervenire ai primi sintomi di degrado di ogni,ora è tardi è troppo tardi l’Hotel House è un missile che vola impazzito sopra di noi e del domani non vi è certezza!

  2. La sicurezza. Un pallino da non dormirci la notte. Secondo questi “nuovi” aspiranti amministratori comunali, che lasciano presumere (tra le righe) che quanti hanno il DOVERE di garantire la sicurezza non facciano il loro DOVERE.

      1. Beh, intanto ci si può “allenare” grazie alla pandemia Covid-19, stando a casa dalle 22 alle 5 del mattino successivo. Significherebbe togliere dalle… strade un bel po’ di personaggi per nulla raccomandabili. Che ne dice?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.