STAMPA STAMPA

3 thoughts on “Permettetici di curare nostro figlio. E’ l’appello di Daniele, padre di un figlio autistico

  1. Quì non si tratta di incompetenti, ma anche di delinquenti politici. Si fa il “lockdown” (sequestro di persona) per legge, chiusura di attività per legge, 10 vigili che “bloccano” una signora con cagnolino all’aperto (Firenze) perché non porta la mascherina, si lascia girovagare un terrorista islamico per l’Europa (via Italia) con foglio di via… si, Via Cazzi Vostri 23, che va a tagliare teste a povere donne a Nizza ed in chiesa, e mi fermo quì.
    Tutto per salvaguardare la salute di “noi” cittadini con DPCM demenziali (vedi trasporti pubblici vari (bus, metro, treni ecc.)) con assembramenti da campioni del mondo di calcio, e non si prevede eccezioni di permessi per situazioni “inderogabili” per la salute dei famosi più deboli, in primis dei ba,bini che non possono essere rimandate o annullate “per legge”. Lo prevede la Costituzione, per legge. Siamo cittadini e non sudditi. Incapaci!

  2. Tutta la mia vicinanza. Si attivi il Comune per accompagnare il bambino al centro ove deve recarsi ovvero la polizia di Stato lo scorti invece di fare da scorta a tanti parassiti. E l’assessora ai servizi sociali veda di mettersi a disposizione della famiglia attivando, nel caso lo reputi opportuno, qualsiasi iniziativa di cittadinanza attiva.

  3. Cosa volete i poteri pubblici hanno dovuto schierare tutte le loro ingenti forze per scovare i delinquenti pericolosi che durante il lockdown magari si permettevano di mettere il naso fuori di casa per lavare l’automobile da soli e in un lavaggio a gettoni…..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.