STAMPA STAMPA

1 thought on “Non c’è peggior sordo di chi non vuole sentire ovvero il lupo perde il pelo ma non il vizio

  1. Gentile Ingegnere, il comportamento inaccettabile del sindaco deriva, se ci pensa un momento, da quello analogo utilizzato da vertici più alti delle istituzioni, come quelli rappresentati dal presidente del consiglio e dai suoi ministri. Non si può far finta di nulla sul fatto che il presidente del consiglio è più avvezzo a comunicare le decisioni di governo attraverso mezzi di comunicazione diretta, facendo filtrare furbescamente nei giorni precedenti a quello degli atti formali il contenuto degli stessi, così da poterli poi adattare secondo le reazioni di commentatori politici e sondaggisti. Senza dimenticare che l’ultima sede in cui presenta tali provvedimenti è quella della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica, dove poi tra l’altro si guarda bene dal mettere in discussione gli stessi atti.
    Resta il fatto che il narcisismo dei politicanti attuali di ogni livello, porta alle distorsioni istituzionali che lei denuncia e alla mortificazioni delle medesimi istituzioni, si tratti di un Consiglio comunale o del Parlamento nazionale che così appaiono superflui e alimentano l’antipolitica nemica della democrazia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.