STAMPA STAMPA

10 thoughts on “Troppe poche donne nella Giunta Acquaroli: parte la diffida

  1. In Italia ci sono norme inventate su pressione di questo o quell’altro ambiente sociale, che sfuggono sempre al buon senso e alla logica. Una è quella sulla parità di rappresentanza come in questo caso. Ciò che conta, cara signora, è avere gente davvero COMPETENTE E CAPACE nei posti di responsabilità. Non si va a cercare con il lanternino una donna da nominare assessore perchè così vuole una determinata formazione più o meno politico. Cerchiamo di restituire razionalità alle istituzioni, badando a ciò che è davvero utile e tenendo da parte chiacchiere da salotto. Altro che “diffide”.

  2. La Meloni,sottolineo la,che ha sponsorizzato Acquaroli fino all’ultimo,in proposito non ha proprio niente da eccepire?

  3. Mi sembra che l’assetto degli assessorati, almeno così come annunciato, lasci fuori proprio donne che hanno già dimostrato competenza, impegno e consenso elettorale. In fondo si potrebbe anche aumentare il numero degli assessori dal momento che sarà necessario un lavoro extra per la collocazione dei fondi europei e per le correzioni delle problematiche ereditate tipo sisma o sanità.

    1. I nomi! Fuori i nomi, per una volta. Basta con questo atteggiamento mafiosetto del dico-non dico, dell’allusione, della mezza frase, del sospetto. Trasparenza prima di tutto.

  4. Allora voglio la parità di genere anche tra i muratori, Dato che la “ConSigliera di Parità” é “una Geometra” con impresa edile di famiglia. (mi sono informato), ci dica quante donne ha nella sua impresa edile in proporzione agli uomini. e se rispetta i parametri di quelli che lei pretende dagli altri.

  5. Il Governatore Acquaroli e’ UN GRANDE CHE SA PERFETTAMENTE QUELLO CHE FA,. HA VINTO PERCHE’ E’ UNA PERSONA SERIA. Le DONNE FAREBBERO BENE A STARSENE A CASA….ecco perche’ le famiglie non esistono piu’ e quasI tutti i ragazzI/ figli ,sono dei BULLI DEFICENTI

    1. Un commento tipico di Pippo Pluto Luigi Sarah Paperino Luigi, Mario…
      Un commento di un “pocciagnocchi” che ancora non si è pulito il latte dalla bocca.
      Un figlio/ragazzino BULLO e DEFICENTE.( che a quanto pare non conosce l’ argomento donne, sia intellettuale che fisico)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.