STAMPA STAMPA

10 thoughts on “Strade come montagne russe a Recanati: la denuncia di Enrico Fabraccio

  1. Fabbraccio è l’unico che che ci mette la faccia. Grazie per l’impegno.
    Recanati altro che paese della cultura, qui stiamo sprofondando nella cultura omertosa, chi denuncia oppure evidenzia delle situazioni in cui necessita maggiore attenzione, viene subito attaccato e deriso.
    Cari cittadini prestate attenzione tutti.

    1. O Gilberto,questa è una strada di campagna e fino a quando è transitata da trattori,cingolati,mietitrebbie l’usura la farà sempre da padrone!
      Il codice della strada dice che i cingolati sono obbligati a mettere le piastre quando transitano in strada e chi lo fa?
      Su Fabbraccio stendiamo un velo pietoso,è stato in maggioranza e queste cose non le vedeva o il suo voto era conforme alla volontà della maggioranza?

  2. La strada di Settefinestre é veramente dissestata..impossibile transitare senza provocare danni alle autovetture! E pensare che sono presenti in zona diverse strutture ricettive, come ci presentiamo ai turisti?!

  3. A Recanati il superfluo è assicurato, soprattutto in un centro storico ormai vuoto di residenti e occasionalmente pieno di turisti mordi e fuggi. Ma il necesssario, strade sicure e percorribili per chi in campagna ci vive e lavora e per chi pensi di fare footing o passeggiate in bicicletta, questo non è concesso. P.S. non spetta al signor Fabraccio rimuovere i rifiuti.

  4. Signor FIlippo , sono anni che non si può circolare sulle pubbliche strade con mezzi cingolati. Trattori e mietitrebbie sono meno pesanti di camion e tir, eppure le autostrade percorse dai mezzi pesanti non sono ridotte a piste da rally Parigi Dakar.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.