6 thoughts on “Il “modello Conte“ è stato un fallimento

  1. Sappiamo molto poco sulla natura e la provenienza di questo virus,tanto che,nonostante tutti gli sforzi della scienza,ancora non abbiamo un vaccino.
    La prudenza è obbligatoria per ogni persona di buon senso,è stata adottata con ritardo,o per una sottovalutazione del pericolo o per tentativi di tener nascosta la cosa per i motivi più diversi.Fosse stata tempestiva i morti forse potevano essere di meno.

  2. Non concordo con le teorie del professore sul clima e sull’ambiente. Ma sull’operato del governo per fronteggiare questa pandemia nutro più di una perplessità. Si potevano accettare certi provvedimenti sommari per due tre settimane, ora mi sembra che i nodi vengano tutti al pettine, primo fra tutti il limitato numero di tamponi effettuati a tutt’oggi. La repressione operata con inaudito zelo verso chi ha messo il naso fuori casa o verso chi, opportunamente distanziato come i commercianti a Milano, ha fatto una dimostrazione per ricordare di essere alla canna del gas, è chiaro indizio di timore da parte di chi ci amministra.

  3. la libertà è una bellissima cosa dividiamo le zone basta sapere dove stanno i liberisti noi stiamo dall’altra parte non ci importa dove.
    L’importante tutti coloro che non portano la mascherina non ci vengano vicino e si sentono Superiori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.