3 thoughts on “Lega: Ceriscioli provveda ai tamponi per le Forze dell’Ordine

  1. I tamponi vanno fatti subito e con assoluta precedenza a tutti i i condannati agli arresti domiciliari, cioè tutti noi condannati a infettarci l’un l’altro, nonchè a dare fuori di testa e morire di fame. Queste norme sono emanate da bande di irresponsabili criminali incompetenti, i nostri politici e i loro sapienti consulenti, che dicono tutto e l’inverso di tutto. In due mesi non sono stati capaci nemmeno di assicurare un flusso normale e ordinato di mascherine, men che meno di organizzare sistematicamente che tutta la popolazione potesse fare i tamponi e di conseguenza poter uscire, lavorare e vivere. I soldi per pattugliare le strade in modo che noi si crepi in casa senza neanche sapere di quale patologia ci sono, per fare il carrozzone a Civitanova Marche anche, per potenziare la medicina del territorio e fare i tamponi a tappeto invece NO. Di squadre sanitarie, medici e infermieri che visitino in casa c’è bisogno, non di pattuglie che ci vessino ulteriormente. Dove sono i diritti del cittadino?

  2. Giusto, inoltre vengono effettuati 2 tamponi di controllo a coloro che sono usciti o che stanno uscendo da questa malattia, i più già sono a casa,per certificare la negatività, e presenza di anticorpi,ora mi chiedo ,questi soggetti non potrebbero stare in quarantena nel senso vero della parola,40 giorni,senza che ,viste le buone condizioni,gli vengono fatti i tamponi,per privilegiare coloro che ne hanno più bisogno,che magari stanno in isolamento con i sintomi che sappiamo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.